::HOME    ::FIOM    ::IL NOSTRO LAVORO    ::COMUNICAZIONE    ::I TUOI DIRITTI    ::CONTATTI    ::FOTO    ::LINK   

 ▪ La Fiom
 ▪ Il nostro lavoro
 ▪ Comunicazione
 ▪ Informatica
 ▪ I tuoi diritti
 ▪ RSU
 ▪ RLS


Visite ricevute:
625227
Abbiamo on-line:
3 utenti
Home  >>  Comunicazione  >>  Comunicati

04 dicembre 2009
ALFA DI ARESE

 

ALFA DI ARESE

SOSPESO IL TRASFERIMENTO A TORINO DEI 232 LAVORATORI

IL 21 DICEMBRE A ROMA PER RIBADIRE A FIAT CHE NESSUNO STABILIMENTO DEVE ESSERE CHIUSO,

DA ARESE A TERMINI IMERESE.

 

 

L’attuazione del trasferimento () di tutto il personale degli enti Engineering & Design, Quality, Centro Stile, Manufacturing e Information & Comunication Technology di Arese presso la sede di Torino di Fiat Group Automobiles Spa, già previsto dal 4 gennaio 2010, viene temporaneamente sospesa.

Inglese a parte: le attività del Centro Stile, della Progettazione e Sperimentazione dell’Alfa di Arese e i 232 lavoratori che secondo Fiat avrebbero dovuto traslocare a Torino, per ora restano ad Arese.

Tutto bene, quindi? No. Ma la sospensione dei licenziamenti mascherati da trasferimenti è il primo risultato della tenacia con cui le lavoratrici e i lavoratori hanno saputo opporsi a Fiat, nonostante il colpevole silenzio di quelle istituzioni (a partire dalla Regione Lombardia) che non sanno o non vogliono mettere in discussione li ordini della grande impresa.

Fino al 4 aprile 2010 sarà cassa integrazione ordinaria per i dipendenti Fiat di Arese.

Nei tre mesi che ci separano da quella data continueremo a batterci per contrastare la scelta di Fiat di abbandonare Arese, continueremo a chiamare in causa l’impresa e tutti i soggetti che si sono impegnati per la reindustrualizzazione dell’area, continueremo a mobilitarci contro la speculazione immobiliare e per mantenere e sviluppare una presenza industriale innovativa ad Arese.

Saremo a Roma il 21 dicembre, all’incontro con Governo e impresa, per ribadire a Fiat che nessuno stabilimento deve essere chiuso, nessuna funzione deve essere cancellata, nessun lavoratore deve essere licenziato: da Arese a Termini Imerese.

 

 

 

Milano, 4 dicembre 2009



Newsletter
Inserisci la tua e-mail per ricevere la nostra newsletter









Il metallurgico


ABC Metalmeccanici
ABC Meccanici